Politiche editoriali

Ambito di interesse

Narrare i gruppi. Etnografia dell’interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali

è una Rivista che si occupa di narrazione e di gruppi. I contributi che ospita si rifanno ad un approccio multidisciplinare: dalle scienze psicologiche, declinate nelle loro diverse sfumature e correnti di pensiero, all’antropologia, alle scienze sociali e al design.

Il nostro interesse verte principalmente sul ruolo del linguaggio e della narrazione nelle relazioni umane. Il tentativo è quello di spostare l’attenzione dalle investigazioni dentro e intorno alla cosa uomo alla lettura e alla scrittura delle interazioni. In questa direzione intendiamo il narrare come l’approccio che propone protagonista assoluto il dialogo per la sua valenza costruttiva mettendo in gioco la soggettività nella sua essenziale dimensione plurale. Una soggettività che, di parola in parola, si svolge nelle azioni, nelle decisioni, nelle modalità di aggregazione, nel complesso degli eventi umani da considerare non tanto oggetti da misurare, soppesare, dimostrare secondo una logica falsificazionista, ma discorsi, co-narrazioni che attendono di essere ulteriormente comprese, reinterpretate, risignificate nelle movenze di un articolato gioco ermeneutico, perennemente aperto, insaturo. Il nostro lavoro si svolge in una situazione complessa di narrazione della narrazione: nella vita, nelle scienze umane, nel pensarci su in sostanza (Lo Verso).

La nostra convinzione è che sia l’individuo a costruire attivamente la propria identità mutuando il proprio senso di sé dall’appartenenza ai diversi gruppi di riferimento. E così multi-appartenenze a gruppi differenti tra loro fanno del soggetto post-moderno un attore impegnato sulla scena a costruire e mantenere vivo un racconto, una narrazione coerente (o meno) che faccia da legame tra la propria identità e le diverse rappresentazioni di sé che gli altri, i membri dei gruppi frequentati, continuamente gli rimandano. Il gruppo è per noi, dunque, il luogo privilegiato, se non esclusivo, della narrazione dialogica. Esso è la stessa dialogicità narrante. Riconosciamo nei gruppi il segno di una cultura che ha come base il pluralismo e quindi la convinzione che tutto è convenzionale e dunque può essere cambiato (Spaltro). È proprio nel farsi gruppo che la soggettività si attua nella speranza di costruire l’autentica narrazione di sé come diritto alla differenza, alla variazione, alla metamorfosi (Vattimo).

 

Narrare i gruppi. Etnografia dell’interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali intende approfondire, attraverso la presentazione di articoli, studi e ricerche di alta qualità, alcuni motivi della narrazione dei/nei/tra i gruppi quale discorso in grado di rendere ragione del nodo soggettività/ oggettività in molteplici ambiti relazionali.

La Rivista si rivolge a tutti gli operatori interessati dalle tematiche affrontate, a studenti, ricercatori e studiosi, con lo scopo di diffondere conoscenze, esperienze e informazioni e promuovere lo scambio e il confronto tra quanti sono impegnati in ricerche e interventi affini ai temi ospitati.

 

Sezioni

...

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

editoriale

Non controllato Accetta proposte Non controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed

focus

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

gruppi nella clinica

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

gruppi nel sociale

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

gruppi nelle organizzazioni

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

gruppi nella formazione

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

metodologia per la ricerca

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

note

Controllato Accetta proposte Non controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed

ricerche/interventi

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

recensioni

Controllato Accetta proposte Non controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed

anteprima del numero

Non controllato Accetta proposte Non controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed

studi e ricerche su Cosa Nostra

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

studi e ricerche sulla 'Ndrangheta

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

postfazione

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

introduzione

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

formazione e strumenti di ricerca

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

note etnografiche

Controllato Accetta proposte Non controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed
 

Peer review

Processo di revisione tra pari

La qualità scientifica degli articoli pubblicati in Narrare i Gruppi è garantita da una revisione tra pari (peer review) ad opera di studiosi di chiara fama. I revisori sono anonimi. La Rivista si impegna, altresì, a garantire l’imparzialità del processo di revisione.

 

Il processo di revisione degli articoli avviene a due livelli:

1°. Valutazione formale e dei requisiti minimi di qualità scientifica, a cura del Responsabile della Redazione e del Direttore responsabile.

I contributi inviati alla redazione verranno visionati dal Responsabile della redazione e dal Direttore responsabile per una prima valutazione dei requisiti formali e requisiti minimi di qualità scientifica del prodotto inviato.

 

2°. Processo di revisione tra pari a doppio cieco (double blind peer review).

Se il contributo inviato supera il primo livello sarà inserito in un percorso di revisione anonimo a doppio cieco (double blind peer review). I revisori, in questo processo,  resteranno anonimi all’autore, così come gli autori ai revisori.

A garanzia dell’anonimato del processo, la Redazione oscurerà i nomi degli autori dal testo e in altre parti del file dove sarà presente, nonché nei documenti di Microsoft Office o equivalenti.

La valutazione dei revisori sarà redatta nella forma di una breve nota analitica sulle aree di seguito individuate, evidenziando punti di forza e punti di debolezza nello scritto.

 

Le aree oggetto di valutazione sono le seguenti:

- pertinenza del contenuto;

- valenza scientifica;

- rigore scientifico;

- originalità;

- adeguatezza delle argomentazione e delle conclusioni;

- stile dello scritto;

- pertinenza della Bibliografia.

 

Alla fine di ogni area i revisori sono invitati ad esprimere una valutazione secondo una scala che va da “a” vs “e”; dove “a” sta per eccellente ed “e” per non pubblicabile.

 

La scheda per i valutatori comprende, inoltre, un giudizio finale sintetico accompagnato ancora da una scala metrica:

a - eccellente: da pubblicare;

b - buono: necessita solo di piccoli aggiustamenti;

c - lacune correggibili: da rivalutare per la pubblicazione;

d - gravi e sostanziali lacune: da non pubblicare.

e - eventuali commenti e suggerimenti per l’Autore.

 

La valutazione dei revisori, favorevole o sfavorevole, con suggerimenti o meno verrà inviata all’autore sempre in forma anonima.

Se nella valutazione dei revisori sono richieste espressamente modifiche da apportare al testo l’autore avrà un termine di 20 giorni a partire dalla ricezione dell’articolo per apportarle. Dopo questo passaggio saranno il Direttore della Rivista e/o i Responsabili scientifici delle aree di pertinenza a formulare il parere finale.

Se il contributo inviato dagli autori non corrisponde ai criteri redazionali e alla qualità scientifica richiesta, il contributo non sarà accettato e gli autori saranno informati sui motivi della non accettazione attraverso una puntuale risposta scritta da parte del Direttore responsabile. Il materiale inviato non sarà restituito.

È prevista, inoltre, la possibilità di pubblicare articoli su invito, o spontanei, di studiosi di chiara fama nazionale e/o internazionale. Detti articoli non saranno soggetti al processo di revisione tra pari e saranno accompagnati da una nota del Direttore e/o del Responsabile scientifico dell’area corrispondente che ne descriverà sinteticamente la provenienza e ne garantirà l’alto livello di qualità scientifica.

 

Modulo di revisione/SCHEDA di VALUTAZIONE

Esempio di compilazione  

 

 Giudizio in scala graduale

a:eccellente;  b:buono;  c:discreto;  d:sufficiente;  e:scarso


Pertinenza del contenuto                          …

Valenza scientifica                                   …

Rigore scientifico                                      …

Originalità                                               …

 

Adeguatezza:

-delle argomentazione                     …

-delle conclusioni                              …

 

Stile dello scritto                                         …

Pertinenza della bibliografia                     …

 

Giudizio finale Commento esteso - max 1000 caratteri

……………………………………………………………..……

 

Giudizio finale in scala graduale

a - eccellente: da pubblicare;

b - buono: necessita solo di piccoli aggiustamenti;

c - lacune correggibili: da rivalutare dopo correzioni;

d - gravi e sostanziali lacuneda non pubblicare.

 

Scrivere qui una sola preferenza [……]

 

e - eventuali commenti e suggerimenti per l’Autore- max 1000 caratteri

 

…………………………………………………………………………………

 

Data, ……………….......

 

La direzione

 

N.B.

Hai ricevuto questa scheda anche nella mail di riichiesta di revisione, Ti chiediamo cortesemente di compilare e poi copiare questa scheda nell’apposita icona (punto 4) dove puoi apportare il tuo parere (distinguendo le parti per l’editore e autore dalle parti che vuoi inviare solo all’editore).

Inoltre, di allegare questo file nel punto 5 (unico punto dove puoi allegare file), in modo che l’autore possa prendere visione della tua revisione. Non firmare il file.

 

Frequenza di pubblicazione

La rivista pubblica due numeri all'anno completi di indice finale contenuto nello stesso volume. Gli articoli vengono pubblicati suddivisi per anno e mese di pubblicazione.

La rivista pubblica anche singoli articoli nella sezione Ultimi articoli.

 

Accesso aperto

Questa rivista fornisce accesso aperto ai suoi contenuti, ritendendo che rendere le ricerche disponibili liberamente al pubblico migliori lo scambio della conoscenza a livello globale.

Il giornale permettere ai lettori di leggere, scaricare, copiare, distribuire e stampare i testi integrali dei suoi articoli e di utilizzarli per altri scopi leciti.

 

Archiviazione

Questa rivista partecipa a LOCKSS per creare un sistema di archiviazione distribuito tra biblioteche e permette a queste di creare archivi permanenti della rivista a scopo di conservazione. Prosegui...

 

Codice di condotta


Codice di Condotta

 

Premessa

Narrare i Gruppi tutela la qualità scientifica del materiale che pubblica, la trasparenza delle fonti e la difesa dell’anonimato dei revisori (peer review).

Garantisce, inoltre, che l’intero processo si svolga nel rispetto di un preciso codice di condotta, di cui i diversi attori prenderanno visione, sottoscrivendone piena adesione.

 

Responsabilità generali della Redazione e degli Autori

La Redazione è pienamente responsabile di quanto pubblicato, e si impegna ad/a:

-  avvicinare quanto più possibile i bisogni dei lettori e degli autori;

-  migliorare costantemente la qualità della rivista;

-  garantire la qualità del materiale pubblicato;

-  tutelare la libertà di espressione;

-  pubblicare correzioni, chiarimenti, ritrattazioni o scuse qualora si rendano necessarie.

 

1. Pubblicazioni e diritti d’autore

In caso di contestazione la paternità della pubblicazione andrà attestata attraverso un elenco di referenze e una dichiarazione che attesti che il materiale non è frutto di plagio.

In merito all’autenticità del contenuto, l’eventuale dichiarazione dovrà attestare che i dati riportati non sono fraudolenti e/o che la pubblicazione non è presente in altre pubblicazioni, di qualsiasi natura.

 

2. Responsabilità degli Autori

-  Tutti gli autori sono obbligati a sottoporre gli articoli al processo di revisione tra pari. È prevista la sola eccezione per i contributi pubblicati nelle sezioni Focus e Note o pervenute su invito.

-  Tutti gli autori che hanno contribuito significativamente alla ricerca, certificano implicitamente che i dati contenuti nell'articolo sono reali e autentici.

-  Tutti gli autori sono obbligati a segnalare alla Rivista eventuali errori o a fornire ritrattazioni e correzioni in merito alle ricerche svolte ed ai dati pubblicati, anche se emersi in un momento successivo alla pubblicazione

 

3. Peer review / responsabilità per i revisori

-  Le valutazioni devono essere obiettive ed imparziali. I revisori non dovranno avere alcun conflitto di interesse rispetto alla ricerca, oggetto della pubblicazione valutata.

-  I revisori devono evidenziare eventuali pubblicazioni di rilievo che non siano state citate/ considerate.

-  La valutazione degli articoli non potrà essere pubblica e deve essere trattata in forma confidenziale.

 

4. Responsabilità editoriali

-  La Redazione ha la completa responsabilità e l'autorità di rifiutare/accettare un articolo.

-  Non può avere alcun conflitto di interesse in merito all’accettazione/rifiuto di pubblicare gli articoli.

-  Dovrà, inoltre, garantire la pubblicazione solamente di articoli e ricerche con un ragionevole grado di veridicità. Qualora venisse a conoscenza di errori o imprecisioni, si impegna a segnalarli, promuovendone la correzione/ritrattazione ufficiale e la relativa pubblicazione.

-  La Redazione si impegna inoltre a garantire il completo anonimato dei revisori.

 

Relazioni tra la Redazione e i diversi attori coinvolti

 

Relazioni con i lettori

I lettori possono sempre chiedere ulteriori informazioni sui materiali pubblicati ed essere informati, laddove è possibile, se la ricerca è finanziata da enti pubblici o privati e sul ruolo dei finanziatori nella stessa.

 

Rapporti con gli autori

Le decisioni di accettare o rifiutare un articolo per la pubblicazione si basano sull’importanza, l'originalità, la chiarezza e la rilevanza dello studio in relazione alla conoscenza scientifica come patrimonio dell’umanità.

Una prima regola che media i rapporti fra editori e rivista è la lealtà rispetto alla lotta contro le pratiche illecite: il lavoro non deve essere stato pubblicato in altre riviste nell’attuale forma; il lavoro non appartiene ad altri autori; il lavoro non è frutto di plagio.

Il rapporto fra rivista e autori inerente ai processi di revisione tra pari è pubblicato, in forma estesa, nella sezione peer review di questo stesso sito. Unica eccezione è prevista per i soli casi indicati nella medesima sezione.

La Redazione, inoltre, si dichiara disponibile a considerare eventuali segnalazioni da parte di autori che volessero intraprendere azioni di ricorso perché sentono non riconosciuto un loro diritto.

 

Reclami

Narrare i Gruppi si impegna a rispondere prontamente ai reclami nei suoi confronti o nei confronti dei materiali pubblicati dagli autori e assicura che non si opporrà, in alcun modo, alle verifiche e agli accertamenti necessari per eventuali ulteriori azioni che si volessero intraprendere.

 

Incoraggiare il dibattito

La Redazione è sempre disponibile a considerare e accogliere le critiche sul lavoro pubblicato e su quanto non ha superato la valutazione dei peer review, a meno che non vi siano ragioni convincenti del contrario. Allo stesso tempo la rivista si impegna a dare agli autori di materiale criticato l'opportunità di rispondere in qualsiasi momento mettendo a disposizione i propri strumenti. Si impegna, inoltre, a dare particolare rilievo agli studi che mettono in discussione lavori precedentemente pubblicati sulla rivista non escludendo quelli che riportano risultati negativi.

 

Integrità degli studi scientifici

Narrare i Gruppi si pone a garante affinché i materiali di ricerca pubblicati siano conformi alle linee guida etiche riconosciute a livello internazionale. Verificando, laddove è possibile, che tutte le ricerche siano approvate da un organismo che abbia una chiara etica della ricerca e sia riconosciuto sul piano scientifico. Sottolinea tuttavia che l’approvazione da parte di un organismo etico non garantisce che la ricerca verrà sviluppata in maniera veramente etica, manlevandosi dal rispondere in primis di tale responsabilità.

 

Protezione dei dati individuali

Narrare i Gruppi tutela la riservatezza delle informazioni individuali (ad esempio, quella tra medico e paziente) richiedendo il consenso informato scritto dai pazienti secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia di Tutela dei dati personali. 

Si impegna inoltre a garantire la riservatezza riguardo ai dati sensibili dei peer review.

 

Garantire l'integrità del dato scientifico

La Redazione ogni volta che riconosca un’affermazione come imprecisa, fuorviante o distorta chiederà tempestivamente la correzione all’autore. Qualora, dopo un'indagine approfondita, l’affermazione si rivelasse un elemento fraudolento, farà richiesta di retrarre il contributo dal data base. La retrazione sarà chiaramente identificabile sia per i lettori, sia per i sistemi di indicizzazione.

 

Rapporti fra proprietari, editori e redazione

Il rapporto fra editori, proprietari e redazione si fonda sul principio di indipendenza editoriale, e di priorità di diffusione scientifica piuttosto che sull’immediato guadagno economico.

 

Considerazioni di natura commerciale

Narrare i Gruppi dichiara in materia di pubblicità che il contenuto della stessa deve essere correlato al contenuto scientifico presente nella rivista. Sarà rifiutata pubblicità ingannevole o non consona alla scientificità della pubblicazione.

 

Conflitto d’interessi

Narrare i Gruppi si impegna ad evitare conflitti di interesse attraverso una gestione chiara e trasparente dei processi interni e delle modalità di valutazione.

.

 

Conflitto d'interesse degli Autori

DICHIARAZIONE SUL CONFLITTO D’INTERESSE DEGLI AUTORI

 

La rivista Narrare i gruppi invita tutti gli Autori ad esplicitare ai lettori un potenziale o reale conflitto d'interesse che può avere il loro articolo. Riteniamo, infatti, che esplicitare potenziali e/o reali conflitti d’interesse permetta ai lettori di formarsi un proprio giudizio e stabilire se il conflitto d'interesse possa creare distorsioni sull’esposizione e sulle conclusioni che il paper propone.

Invitiamo l’autore in corrispondenza con la rivista a copiare, compilare e inviare il modulo seguente al direttore della rivista per conto di tutti gli autori elencati di seguito.

 

Titolo del manoscritto 

 

 

Autori

Cognome

Nome

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come da norme vigenti il conflitto d'interesse verrà pubblicato nel Sommario della rivista e si riferisce a tutti gli articoli che verranno menzionati in esso.

 

Dichiari qui di seguito l’eventuale conflitto d'interesse del suo, o dei vostri articoli:

Se non sono presenti conflitti d'iteresse spunti solamente lo spazio presente fra le parentesi quadre che trova di seguito

 [...]  Tutti gli autori dichiarano di non avere conflitti d’interesse  

 

Diversamente descriva se ci sono: accordi o interessi con organizzazioni o persone fisiche che potrebbero essere percepiti come conflitti d'interesse in relazione ai contenuti del suo articolo, spunti lo spazio presente fra le parentesi quadre che trova di seguito.

 [...]  I seguenti autori dichiarano di avere i possibili conflitti d’interesse indicati nello spazio sottostante oltre che nel file del Sommario del numero che ospita gli articoli

 

Autori

Cognome e nome

in lettere maiuscole

TIPO DI CONFLITTO D’INTERESSE 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 se necessario aggiungi una riga

  

Cognome e Nome - dell’autore in corrispondenza con la rivista

 

………………………………………………………………………………………

 

 

Firma - dell’autore in corrispondenza con la rivista

 

.............................................................................................

 

Data.................................................................................

 

Nota Bene

Le chiediamo cortesemente di copiare in word questo documento e di compilarlo, di trasformarlo poi in PDF e di caricarlo assieme al suo articolo come file supplementare indirizzandolo al Responsabile Editoriale.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

.

 

 

Metadati degli autori

Copia questa scheda per i metadati degli autori in Word compilala, traformala in pdf e allegala come file complementare nella procedura di submission dell'articolo 

 

METADATI degli AUTORI

Italiano e Inglese

Nome

xxxxxxx

Cognome

xxxxxxxxxxx

 

 

Email

xxxxxxxxxxxxx

 

 

URL

Non obbligatorio

ORCID

Non obbligatorio

Affiliazione - Università

 

 

 

Italiano e

 

Inglese

 

 

 

Nazione

xxxxxxxxxxxx

 

 

Note biografiche

Dipartimento

Ruolo accademico

Attività di ricerche

 

in forma sintetica

 

 

 

Max 200 parole

 

Italiano

 

 

  

Inglese

 

 

 

 

Spese lavorazione articoli (APC)

Gli autori che pubblicano ad Accesso Aperto su Narrare i Gruppi sono tenuti a pagare una tariffa per la lavorazione dell'articolo (APC).

Il prezzo APC sarà determinato dalla data in cui l'articolo verrà accettato per la pubblicazione.

L'attuale APC, soggetto ad IVA o tasse locali ove previste, è di: 1.300,00 euro



Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con i cookie da noi utilizzati. Per maggiori informazioni clicca qui: Privacy policy e cookie

......................................................................................................................................................................................

Editore: Giuseppe Licari dal 2013 - piazza Lodi 4, 26100 Cremona

Rivista scientifica ISSN: 2281-8960 - registrata presso il Tribunale di Cremona: registro stampa n° 323/2013.