Dentro e fuori l’Europa: il paradosso dei confini mobili europei. Verso una “democratizzazione delle frontiere”

Marianna Colacicco

Abstract


“Che i tuoi bambini succhino tutto il sadismo che vogliono”
A.Gramsci, Lettera a Teresina, 26 marzo 1927

In una lettera all’amico Berti, riguardo l’uscita di un libro “tanto strombazzato” di Henri Massis, “Defence de l’Occident”, Gramsci commenta- anche in maniera ironica la visione eurocentrica dell’autore, offrendo un importante spunto di riflessione sul ruolo dell’Europa e sui rapporti interstatali in un’epoca in cui il termine globalizzazione non era molto usato, ma si avvertiva all’orizzonte una serie di mutamenti su scala mondiale.

Keyword


Europa, confini, democrazia, potere

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


G.Baratta, G. (2003). Le rose e i quaderni. Roma: Carocci.

Beck, U. (2006). L’Europa cosmopolita. Roma: Carocci.

Gramsci, A. (1975). Quaderni dal carcere, a cura di Valentino Gerratana. Torino: Einaudi.


Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 License.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con i cookie da noi utilizzati. Per maggiori informazioni clicca qui: Privacy policy e cookie

......................................................................................................................................................................................

Rivista scientifica ISSN: 2281-8960 - registrata presso il Tribunale di Cremona: registro stampa n° 323/2013